Il decreto fornisce le direttive in merito all’erogazione di un contributo a fondo perduto per la realizzazione di impianti fotovoltaici su edifici a uso produttivo nei settori agricolo, zootecnico e agroindustriale.

A CHI È RIVOLTO?

  • Imprenditori agricoli, in forma individuale o societaria.
  • Imprese agroindustriali.
  • indipendentemente dai propri associati, le cooperative agricole che svolgono attività di cui all’art. 2135 del codice civile e le cooperative o loro consorzi.

Non possono essere Soggetti Beneficiari i soggetti esonerati dalla tenuta della contabilità IVA, aventi un volume di affari annuo, riferito all’anno fiscale 2021, inferiore a euro 7.000,00


COSA PREVEDE

  • Erogazione di un contributo a fondo perduto per la realizzazione di impianti fotovoltaici su edifici ad uso produttivo nei settori agricolo, zootecnico e agroindustriale.
  • Riqualificazione delle strutture oggetto di intervento finalizzate al conseguimento di un maggior livello di efficientamento energetico attraverso la rimozione dell’eternit/amianto sui tetti.
  • Miglioramento della coibentazione e dell’areazione delle coperture oggetto di intervento.

INCENTIVO

Si tratta di finanziamenti in conto capitale con le seguenti intensità di aiuto, rispetto alla spesa ammessa:

50% per le aziende agricole attive nella produzione primaria e per quelle attive nel settore della trasformazione di prodotti agricoli, nelle Regioni meno sviluppate (Molise, Campania, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia e Sardegna);

40% per le stesse tipologie di aziende che operano nelle altre Regioni.

TEMPISTICHE E FUNZIONAMENTO

La domanda va presentata tramite procedura informatica dal 27 settembre 2022 fino il 27 ottobre 2022. La valutazione delle proposte avviene secondo una procedura a sportello sino ad esaurimento delle risorse disponibili.

A questo punto contattaci per approfittarne!